Chi Siamo.

                                  FONDATORI 

Francesco Lodola
13250558_1120583461318331_1598907433_nSono nato a Verona nel 1996. All’età di 8 anni circa ho cominciato lo studio del pianoforte. Ho frequentato il liceo musicale a Verona e attualmente frequento la facoltà di Scienze della Comunicazione dell’Università degli studi di Verona. Ho frequentato fin da piccolo i teatri della mia amata città. Nel 2011 sulla geniale idea della mia amica Giorgia, abbiamo creato ” Ieri, Oggi, Domani, Opera!” per diffondere l’arte della lirica tra le nuove generazioni, realizzando recensioni e interviste a nomi di spicco dell’ambiente operistico. Tra il 2015 e il 2016 ho curato un progetto intitolato “Piccoli musicisti crescono”, presso la scuola “A. Cesari” di Verona.

Giorgia Indipendenza
12108223_10208208686282795_6036343765596924028_nSono nata nel gennaio del 1996. Nata e cresciuta nella bassa veronese, e fin da piccola amante della musica, anche se il mio avvicinamento all’opera lirica arriva nel momento in cui ho iniziato gli studi al liceo musicale di Verona, dove ho incontrato Francesco. Ho studiato canto moderno per due anni, per poi spostarmi allo studio del pianoforte quando avevo tredici anni. Dopo aver portato a termine il mio percorso liceale, ho deciso di prendere un anno di pausa e partire per gli Stati Uniti come ragazza alla pari in un paesino sperduto nel Connecticut, e da questa esperienza ho aperto “Gindependence” un blog dove parlo della mia vita ora. Attualmente frequento la facoltà di Scienze della Comunicazione a Verona. Nel settembre 2011 ho deciso quasi per caso di aprire l’iniziativa “Ieri, Oggi, Domani, Opera !” per Francesco, un progetto che mi sta portando molte soddisfazioni, occupandomi della parte grafica e pubblicitaria. Amo la musica Indie rock, ma sono dell’idea che tutto ciò che ascoltiamo oggigiorno derivi dalla grande Scuola classica e operistica.

COLLABORATORI 

Stefano de Ceglia
StefanodecegliaSono nato nel 1997, e vivo vicino a Milano. Ho frequentato il liceo classico, ed ora studio Lettere moderne all’Università degli Studi di Milano. La mia passione per l’opera in particolare risale a quando avevo circa sei anni. “Pierino e il lupo” di Prokofiev è stato il mio “rito iniziatico”. Ho studiato flauto a traverso, e ciò che più mi riempie di gioia è una bella serata a teatro, magari in compagnia di qualche amico, per riflettere e per divertirsi. Ho un amore speciale per Rossini, ma trovo che in generale tutta la musica sia una meravigliosa forma di espressione e di comunicazione. Oltre alla musica, mi piace giocare a tennis.

Stefano Gazzera
13275778_1120583467984997_1523396132_nSono nato nel 1999 e data la mia passione per il mare frequento l’Istituto Nautico di Savona, vivendo quindi fuori di casa tutta la settimana. All’età di nove anni ho iniziato a studiare pianoforte, poi flauto traverso, avvicinandomi qualche anno dopo da spettatore al mondo della lirica. La mia prima opera dal vivo fu una splendida produzione dell’ Elisir d’amore al Regio di Torino, che da all’ora è diventato il “mio” teatro di riferimento, regalandomi tante grandi emozioni. Di recente ho iniziato a studiare canto lirico come basso, ampliando il mio punto di vista verso quest’arte immensa.

14803288_1238775156165827_1294628953_o-1Cornelia Marafante
Sono nata nel 2000 e frequento il liceo Classico nella città di Trento, dove abito. Il mio amore nei confronti dell’Opera è nato grazie ad un film, “Gli amori di Carmen”. Spinta dai genitori ho sentito l’opera ed è stato amore a prima vista. Amo il teatro in ogni sua forma e non solo per quanto riguarda l’opera, ma anche per quanto riguarda prosa e balletto. Ritengo che l’opera sia un via nuova per vedere il mondo e che vada ascoltata soprattutto con il cuore. Come compositore prediligo Verdi, ma un grande affetto va anche a Puccini e a Rossini. All’età di quattordici anni mi sono avvicinata anche allo studio del canto lirico come mezzosoprano di agilità. Ho cominciato anche il lavoro di critica, grazie alla possibilità di entrare nel blog  “Ieri,Oggi,Domani, Opera! ”
E’ sempre molto importante, a mio avviso, il rapporto dell’opera con i giovani e il loro punto di vista in merito ad un’arte così meravigliosa. In un futuro spero e tenterò di far diventare questa passione il lavoro di una vita.

Paolo Mascari
Sono nato a Roma nel maggio 1997, ma sono cresciuto, e da sempre vivo, a Cisterna, alle porte dell’agro pontino. Mi sono diplomato nel liceo scientifico della mia città ed ora FB_IMG_1507997099559(1)studio Filosofia presso la facoltà di lettere e filosofia dell’Università “Sapienza” di Roma, e, contemporaneamente, frequento il triennio di canto presso il conservatorio di musica Respighi di Latina. Il mio amore per l’opera nacque all’età di circa 10 anni, quando casualmente ascoltai una incisione di Turandot, da quel momento in poi , spinto dalla curiosità, passai da una eroina pucciniana all’altra, scoprendo poi Verdi e il grande repertorio belcantistico. Fu per questi motivi che all’età di 14 anni decisi di intraprendere lo studio del canto lirico. Ad oggi sono un tenore leggero, e sto intraprendendo lo studio dei ruoli rossiniani, mozartiani e belliniani. Da qualche anno sono assiduo frequentatore del Teatro dell’Opera di Roma, e quando possibile, del San Carlo di Napoli.Oltre alla musica, amo cucinare.

Sara Feliciello 
Sono nata nell’autunno del 1998 a Latina, dove sono cresciuta e dove attualmente vivo.15107404_674892159335710_3000708429070737822_n[14] Sono diplomata in lingue e adesso sto studiando mediazione linguistica e comunicazione internazionale all’università “Gregorio VII” a Roma. Contemporaneamente coltivo la mia passione per il canto lirico, e per il momento mi sto soffermando sul repertorio rossiniano e mozartiano come soprano lirico leggero. Sin da piccola ho sempre avuto un profondo amore per la musica: ho cantato in un coro di voci bianche, studiato il flauto traverso e il fagotto…e posso appunto affermare che la musica riempie e nutre la mia vita di gioia!

Pia Lombardi 
Sono nata nel 1993 a San Severo, un piccolo centro vicino Foggia. Dopo un breve periodo 14192653_10209428304057454_3121993262560658123_n[11]a Parma, mi sono trasferita con la mia famiglia a Napoli ma la città di Verdi ha sicuramente influito sulla mia passione per il mondo della musica, in particolare per quello dell’opera. Laureanda in lingue e letterature straniere all’università l’Orientale di Napoli, sono una grande amante della “seconda arte”, capace di influenzare, che sia classica oppure rock, la vita di noi tutti. Al momento lavoro part-time per un progetto di catalogazione delle opere d’arte presso il museo di Capodimonte ma cerco di trovare sempre del tempo da dedicare alla musica. Fra tutte le opere, quella che preferisco in assoluto è “Manon Lescaut”, a cui affiancherei volentieri un concerto dei Berliner oppure dei Wiener Philharmoniker!

Matteo Firmi 
Matteo Firmi, classe 84 Triestino. Ho studiato tromba al conservatorio Tartini di Trieste e da li ho iniziato il mio percorso musicale studiando composizione e direzione di Coro  ugj     (sempre a Trieste ), direzione d’orchestra a Fiati presso l’Iseb di Trento ( Istituto europeo per gli studi Bandistici). Contemporaneamente ho frequentato il Dams , appassionandomi alla critica teatrale e alla storia della musica. Attualmente scrivo per “Ieri Oggi e Domani Opera !” e “Amici del Musical!” oltre a dirigere cori , orchestre a Fiati e insegnare musica d’insieme dai 9 -99 anni.

Grigorij Filippo Calcagno
Sono nato a Modena il giorno di Natale del 1996. Ho frequentato il liceo scientifico e attualmente studio Economia e Marketing Internazionale nell’università della mia città. La più grande passione che fin da piccolo mi pervade è quella per la musica classica, in particolar modo per l’Opera. Tra le cause di ciò le due esperienze più importanti avute in tale campo sono da un lato lo studio del violino presso il Conservatorio “Orazio Vecchi-Antonio Tonelli” di Modena, dall’altro il coro delle voci bianche (e in seguito dei ragazzi) del Teatro Comunale, grazie al quale ho potuto prendere parte a numerosi allestimenti come corista, solista o comparsa. E’ lì che, ancora bambino, mi accovacciavo dietro le quinte a seguire prove e spettacoli anche nei momenti in cui non eravamo impegnati in scena, ed è lì che la scoperta della lirica è tramutata presto in amore, rapendomi letteralmente e stimolandomi a studiare, ascoltare ed approfondire. Quando ho scoperto dell’esistenza di un gruppo di giovani appassionati come me nel quale poter dar voce a emozioni e impressioni suscitate dall’ascolto in teatro, ho desiderato subito farne parte e così oggi mi ritrovo qui, a parlare di Opera nelle terre di Verdi e di Pavarotti.

Annunci