INTERVISTA A ROSA FEOLA: Protagonista del capodanno veneziano

feola_publicity_1_photographer_sergio_vitale_web

©Sergio Vitale

Rosa Feola è una giovane protagonista della scena lirica internazionale, che ha conquistato grazie a due ruoli che sono diventati per lei quasi una seconda pelle: Gilda in “Rigoletto” e Susanna ne “Le Nozze di Figaro”. Rosa conquista pubblico e critica con la sua grazia, la sua eleganza scenica e una voce perfetta nell’incarnare sia le figure più brillanti del melodramma, che quelle tragiche. Il 1 gennaio 2017 sarà la protagonista insieme a John Osborn e Fabio Luisi,  del Concerto di Capodanno del Teatro La Fenice di Venezia, che come di consueto sarà trasmesso in diretta (alle 12.20) su Rai 1 e poi in replica (alle 18.45) su Rai 5. Abbiamo avuto modo in queste settimane di poterla intervistare e di poter parlare con lei di tutto il suo percorso e dei suoi progetti futuri….

Innanzitutto Rosa, come ti sei avvicinata al canto lirico?
Ho avuto sempre voglia di cantare , provare emozioni con una canzone, cantavo (e canto ancora) soprattutto quando salgo le scale di casa. Mi fa felice. Poi un giorno ho scoperto un cd della Butterfly e allora…. mi sono innamorata.

Durante la tua formazione hai incontrato Renata Scotto. In che modo ti ha arricchita e qual è uno dei suoi insegnamenti che ti viene in mente ancora oggi mentre studi?

lelisir_damore_adina

©Luciano Romano/Teatro dell’Opera di Roma

Renata Scotto è geniale. È perfetta secondo me , come artista, come diva e come donna.
Mi ha dato esempio di ponderazione, e cerco di seguirla anche in questo. Mi ha insegnato il rispetto per lo spartito, l’eleganza.. Quando studio penso a come lei userebbe le parole per produrre emozione.

Renata Scotto è stata interprete di riferimento di uno dei tuoi cavalli di battaglia, Gilda nel “Rigoletto”. Come hai costruito la tua Gilda e qual è la tua idea di questo personaggio?
La signora Scotto è un grande esempio per me, e sono fortunata per aver avuto modo di studiare questi ruolo a fondo con lei. Mi è stato insegnato che Gilda è lo stesso soprano del Trovatore e di Traviata. Non è un soprano leggero da acuti e sovracuti estremi… poi ho capito perché. La “morte” è un’idea molto intensa, e bisogna arrivarci per gradi.  Gilda è sí una giovane ingenua che ripone le sue speranze in un amore  sbagliato. Ma è anche pronta a sacrificare la sua vita quando capisce di esser stata tradita dall’unica cosa in cui credeva. È un personaggio drammatico , costretta a conoscere i drammi della vita molto velocemente.

Gilda, Leila, Susanna e Elvira dei Puritani sono ruoli che vanno verso una voce di soprano lirico puro. Come definiresti la tua vocalità e quali saranno i ruoli che vorresti affrontare in futuro?
Per la mia voce c’è un team pronto a consigliarmi ed indirizzarmi .. a partire da mio marito (ndr, il baritono Sergio Vitale), a mio fratello, alla mia maestra , ai miei agenti. Certo, per gradi arriverò al lirico puro e magari sarò una splendida Violetta. Chissà…

2

©Todd Rosenberg

Susanna è il ruolo con cui il pubblico ti associa di più……cosa c’è di Rosa in Susanna e viceversa?
Rosa ha la praticità di Susanna, ha l’amore della sua vita, ma è abbastanza libera di decidere senza che un Conte la costringa a subire le sue avance. Susanna ha di Rosa una sensualità di chi sa di essere amato e quindi non ha paura di combattere per i propri diritti!

Uno dei tuoi ultimi debutti è stata la Elvira de I Puritani, un ruolo anche teatralmente difficile per la grande scena di pazzia…come sei riuscita a rendere scenicamente e vocalmente questa follia così diversa anche da quella di Lucia?
Ho deciso di allontanare ogni limite al mio controllo. So essere melanconica e mi sono concentrata su questo aspetto per caratterizzare la mia Elvira. Una donna debole, disarmata, incapace di prendere una decisione, desiderosa solo di scappare. Ma da una gabbia è impossibile purtroppo.  È li che ritorna la melanconia. Un ciclo. Come la vita.

prove%20de%20le%20nozze%20di%20figaro_rosa%20feolasusanna-yasuko%20kageyama-opera%20roma2014-15_2158

©Yasuko Kageyama

Parteciperai al Concerto di capodanno del Teatro La Fenice…..un evento trasmesso in Eurovisione….come ti stai preparando per questo appuntamento?
È un evento molto importante dunque sto cercando di curare ogni dettaglio, studiare ovviamente, ma anche organizzare tutti gli spostamenti in modo che i miei cari possano essere con me , e girare alla ricerca degli abiti da concerto! Li ho trovati nel magnifico atelier di Gianni Molaro che mi ha donato due dei suoi magnifici abiti da sfilata.

Cosa ne pensi dell’opera in televisione e come sarebbe il modo migliore per avvicinare un nuovo pubblico a quest’arte che in Italia non sta vivendo un buon momento? 
Mi è piaciuto molto il sabato pomeriggio dedicato alla conoscenza e all’approfondimento di varie opere,  nel programma “Sabato In” su Rai1. Quello è un  buon modo di trasmettere l’opera a piccole dosi per chi non ha mai avuto la fortuna di conoscerla prima. Ultimamente pero devo dire che le matinée di molti teatri italiani, il San Carlo per esempio o il Teatro Lirico di Cagliari, attirano con un gran successo un numero altissimo di ragazzi che in futuro son certa ameranno il Teatro!

rosa_feola_-_finta_tour_oe11ft

©Richard Hubert Smith

Il tuo album “Musica e Poesia ” (Opus Arte), contiene un ampio repertorio cameristico. Come cambia la tua ricerca vocale e interpretativa in questo genere di musica?
Il repertorio cameristico richiede che tutto sia cantato con una maggiore semplicità nell’emissione, una maggiore intensità nell’espressione. Una ricerca di equilibrio ed emozione.

L’altro importante appuntamento musicale è il tuo debutto alla Scala come Ninetta ne “La gazza ladra”. Quali sono le tue emozioni nell’andare a debuttare in questo tempio?
Sono emozionatissima di poter essere protagonista in un’opera che mancava a Milano dal giorno del suo debutto. È un appuntamento molto importante, un cast d’eccellenza, un’opera vocalmente molto particolare, un personaggio…come dire… “semiserio”. Mi aspetto un grande e bellissimo lavoro.
feo160415_043f-jpg_c_todd_rosenberg-jpg_crop

©Todd Rosenberg

Prossimi impegni dopo Venezia.
Dopo Venezia sarò Gilda a Napoli , dopo Milano canterò Micaela in “Carmen” a Caracalla. Debutterò al Lyric Opera di Chicago con Gilda, città a me cara perché il Maestro Muti mi ha dato la possibilità di conoscere molto bene la CSO in questi ultimi anni. Non vedo l’ora poi di debuttare al Metropolitan di New York fra 2 anni sempre con la mia amata Gilda. Rigoletto mi porta fortuna !

Grazie a Rosa Feola e In bocca al lupo! 
Francesco Lodola

Questo slideshow richiede JavaScript.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...