COMUNICATO STAMPA

 SETTEMBRE DELL’ACCADEMIA 2016

 FILARMONICA DELLA SCALA DIRETTA DA RICCARDO CHAILLY CON LA STELLA DEL PIANOFORTE DANIIL TRIFONOV

 

Giovedì 22 settembre ore 20.30 Teatro Filarmonico di Verona

 

Verona, 21 settembre 2016 – Dopo l’Orchestra del Maggio musicale Fiorentino è un’altra prestigiosa formazione italiana ad arrivare a Verona per i Concerti Sinfonici del XXV Settembre dell’Accademia 2016.

Giovedì 22 settembre alle ore 20.30 salirà sul palco del Teatro Filarmonico di Verona laFilarmonica della Scala, fondata nel 1982 da Claudio Abbado con l’obiettivo di sviluppare il repertorio sinfonico nel contesto della tradizione operistica del Teatro milanese. L’orchestra sarà guidata, in un programma interamente dedicato a Robert Schumann, dalla prestigiosa bacchetta di Riccardo Chailly, suo direttore principale dal 2015, con la partecipazione di una vera e propria star del pianoforte, il giovane Daniil Trifonov. Il programma apre con  l’Ouverture da Manfred op. 115, seguita dal Concerto per pianoforte in La minore Op. 54, una delle opere più dense di Schumann, dove il giovane Trifonov, primo premio ai concorsi Čajkovskij e Rubinstein, saprà dare ampia prova della sua tecnica sorprendente, di sensibilità interpretativa e di intensità espressiva, doti con cui a soli 25 anni ha già conquistato il pubblico di tutto il mondo. Chiude il concerto laSinfonia n. 2 in Do maggiore Op. 61, forse il lavoro sinfonico più beethoveniano del compositore tedesco, eseguita per la prima volta alla Gewandhaus Saal di Lipsia il 5 novembre 1846.

 

 

Biglietti da 30 a 70 euro, in vendita presso la biglietteria di via Roma 3, dal lunedì al sabato dalle ore 10 alle ore 12, e dalle ore 17 alle ore 19 (per informazioni tel. 045.8009108, biglietteria@accademiafilarmonica.191.it , www.accademiafilarmonica.org), acquistabili anche su www.geticket.it

 

Prossimi appuntamenti:

Concerti in abbonamento: domenica 22 settembre ore 20.30 Teatro Filarmonico, Orchestra dell’Accademia Nazionale di Santa Cecilia diretta da Sir Anthony Pappano con Gil Shaham al violino.

Fuori abbonamento: sabato 24 settembre alle ore 20.30 in Basilica di San Zeno Orchestra Filarmonica Italiana e Coro Città di Piazzola sul Brenta diretti da Giovanni Petterlini,

Riccardo Chailly, Gewandhausochester Leipzig,© Gert Mothes

Riccardo Chailly, Gewandhausochester Leipzig, © Gert Mothes

RICCARDO CHAILLY

Riccardo Chailly è Direttore Principale del Teatro alla Scala dal gennaio 2015 e della Filarmonica della Scala da novembre 2015. Nato a Milano, ha compiuto gli studi musicali nei Conservatori di Perugia, Roma e Milano, perfezionandosi all’Accademia Chigiana di Siena ai corsi di Franco Ferrara. Il primo incarico da Direttore Musicale gli è stato conferito dal Radio-Symphonie- Orchester di Berlino dal 1980 al 1988. Nel 1988 Chailly ha assunto la carica di Direttore Principale dell’Orchestra del Royal Concertgebouw di Amsterdam, incarico mantenuto per sedici anni. Allo stesso tempo è stato Direttore Musicale del Teatro Comunale di Bologna e dell’Orchestra Sinfonica Giuseppe Verdi di Milano. Nel 2017 si concluderà, dopo 12 anni, il suo impegno come Kapellmeister del Gewandhausorchester di Lipsia, la compagine sinfonica più antica d’Europa.

Dirige regolarmente le maggiori orchestre sinfoniche europee: Wiener Philharmoniker, Berliner Philharmoniker, Symphonieorchester des Bayerischen Rundfunks, London Symphony Orchestra, Orchestre de Paris. Negli Stati Uniti ha diretto New York Philharmonic, Cleveland Orchestra, Philadelphia Orchestra e Chicago Symphony Orchestra.

Dall’agosto 2016 succederà a Claudio Abbado come Direttore Musicale dell’Orchestra del Festival di Lucerna. In campo operistico ha collaborato regolarmente con i maggiori teatri: oltre alla Scala, il Metropolitan di New York, la Lyric Opera di Chicago, l’Opera di San Francisco, il Covent Garden di Londra, la Bayerische Staatsoper di Monaco, la Staatsoper di Vienna, l’Opera di Zurigo. È presente con regolarità nei principali festival internazionali tra cui Salisburgo, Lucerna e i Proms di Londra.

Da trent’anni Riccardo Chailly è artista esclusivo Decca. L’incisione delle Nove Sinfonie di Beethoven con il Gewandhaus gli è valsa il prestigioso premio Echo Klassik come Miglior Direttore del 2012. Nel 2013 sono stati pubblicati, tra l’altro, l’integrale delle Sinfonie di Brahms con il Gewandhaus, che ha vinto il Gramophone Award come Disco dell’Anno, e Viva Verdi, realizzato con la Filarmonica della Scala in occasione del bicentenario verdiano, che si è imposto come CD classico più venduto in Italia nel 2013.

Riccardo Chailly è Grand’Ufficiale della Repubblica Italiana e membro della Royal Academy of Music di Londra. Nel 1998 è stato nominato Cavaliere di Gran Croce della Repubblica Italiana; nello stesso anno la Regina dei Paesi Bassi lo ha insignito del titolo di Cavaliere dell’Ordine del Leone d’Olanda. Nel 2011 Riccardo Chailly è stato nominato Officier de l’Ordre des Arts et des Lettres dal Ministro della Cultura francesce Frédéric Mitterand.

 

trifonov_mrDANIIL TRIFONOV

Il pianista russo Daniil Trifonov ha debuttato trionfalmente nel mondo della musica classica nel 2011, vincendo nello stesso anno il primo premio ai concorsi Čajkovskij e Rubinstein, all’età di soli 20 anni. Grazie a un perfetto equilibrio tra consumata tecnica pianistica e rare sensibilità e profondità musicali, le sue esecuzioni suscitano sempre grande di ammirazione. «Lui hatutto e di più, tenerezza ma anche l’elemento demoniaco. Non ho mai sentito niente del genere», ha detto Martha Argerich, mentre il Financial Times ha scritto «Quello che fa di lui un tale fenomeno è la qualità estatica delle sue esecuzioni. Non c’è da meravigliarsi che ogni capitale occidentale sia in sua balia».

Trifonov ha iniziata la stagione 2014-2015 con la Seattle Symphony Orchestra, debuttando con il Primo concerto di Čajkovskij; opera che ha successivamente presentato in tournée in Giappone con l’Orchestra Mariinsky e Valery Gergiev. Per la sua prima apparizione con la Dallas Symphony e il ritorno con New York Philharmonic, Chicago Symphony e Philharmonia Orchestra di Londra, ha eseguito il Primo concerto di Rachmaninov, opera da sempre presente nel repertorio di Trifonov. Dell’autore russo-americano a inoltre eseguito il Secondo concerto con i Wiener Philharmoniker, il Terzo con la Washington National Symphony e la Philharmonia Orchestra e la Rapsodia su un tema di Paganini con Atlanta Symphony, Czech Philharmonic e Toronto Symphony. Ha eseguito il Primo concerto di Šostakovič con la Cleveland Orchestra e composizioni di Chopin in occasione di una tournée europea con la Kremerata Baltica e la Philharmonia Orchestra. In recitals solistici ha presentato opera di Bach, Beethoven e Liszt in prestigiose sedi, quali Royal Festival Hall (Londra), Théatre des Champs Elysées (Parigi), Opera City (Tokyo), Palau de la Musica (Barcelona) e Carnegie Hall (New York). Nel 2015 ha effettuato una tournée con il violinsita Gidon Kremer, toccando diversi stati americani.

La scorsa stagione è stato pubblicato il Cd Trifonov. The Carnegie Recital, prima registrazione del pianista come artista esclusivo della Deutsche Grammophon. Registrato dal vivo in occasione del debutto alla Carnegie Hall del 2013, il Cd, che ha ottenuto una nomination ai Grammy Award, mette in mostra «le doti tecniche non comuni e la sensibilità poetica» dell’artista (New York Times). Come artista esclusivo di Deutsche Grammophon Trifonov ha recentemente pubblicato la Rapsodia su un tema di Paganini di Rachmaninov con Yannick Nézet-Séguin e Philadelphia Orchestra. La sua discografia comprende, tra gli altri, un Cd dedicato a Chopin (Decca) e il Primo concerto di Čajkovskij con V. Gergiev e l’Orchestra Mariinsky (The Mariinsky label)

Nato a Nizhny Novgorod nel 1991, Trifonov, accostatosi alla musica all’età di cinque anni ha frequentato i corsi di Tatiana Zelikman presso la Scuola Statale di Musica Gnessin a Mosca, per poi perfezionare lo studio del pianoforte con Gergej Babayan al Cleveland Institute of Music. Ha inoltre studiato composizione, componendo opere per pianoforte, ensembles da camera e per orchestra, tra le quali anche un Concerto per pianoforte e orchestra.

ph-filarmonica-della-scala-e-chailly-%e2%94%acsilvia-lelli_3158FILARMONICA DELLA SCALA

Claudio Abbado fonda la Filarmonica della Scala insieme ai musicisti scaligeri nel 1982. L’anno seguente la Filarmonica si costituisce in associazione indipendente. Carlo Maria Giulini guida le prime tournée internazionali; Riccardo Muti, Direttore Principale dal 1987 al 2005, ne promuove la crescita artistica e ne fa un’ospite costante nelle più prestigiose sale da concerto

internazionali. Da allora l’orchestra ha instaurato rapporti di collaborazione con i maggiori direttori tra i quali Leonard Bernstein, Georges Prêtre, Lorin Maazel, Wolfgang Sawallisch, Myung-Whun Chung, Valery Gergiev, Zubin Mehta, Esa-Pekka Salonen, Yuri Temirkanov, Daniel Harding, Daniele Gatti. Dal 2015 Riccardo Chailly ha assunto la carica di direttore principale. Tra le tournée più importanti ricordiamo il debutto negli Stati Uniti con Riccardo Chailly nel 2007, in Cina con Myung-Whun Chung e il ritorno al Musikverein di Vienna con Daniele Gatti nel 2008. Nel 2009 la debutta alla Philharmonie di Berlino con Daniel Barenboim e torna a Parigi con Pierre Boulez e Maurizio Pollini. Nel 2010 è in Asia con Semyon Bychkov per l’Expo di Shanghai. Nel 2015 debutta al Concertgebouw di Amsterdam e torna a Sarajevo a venti anni dalla fine del conflitto in Bosnia.

Impegnata nella diffusione della musica presso le nuove generazioni, l’orchestra apre alle scuole le prove di tutti i concerti della stagione e con l’iniziativa Sound, Music! si rivolge ai bambini delle scuole primarie. È al fianco delle principali istituzioni scientifiche e associazioni di volontariato della città di Milano, per le quali realizza concerti dedicati e il ciclo Prove Aperte. Ogni anno in Piazza Duomo è impegnata nel Concerto per Milano, appuntamento gratuito che vede la partecipazione di oltre 40.000 persone.

La Filarmonica della Scala ha commissionato composizioni orchestrali a Giorgio Battistelli, Carlo Boccadoro, Azio Corghi, Luis de Pablo, Pascal Dusapin, Peter Eötvös, Ivan Fedele, Matteo Franceschini, Luca Francesconi, Carlo Galante, Mauro Montalbetti, Salvatore Sciarrino, Giovanni Sollima e Fabio Vacchi.

Consistente è la produzione discografica per Decca, Sony ed Emi: in occasione del bicentenario verdiano ha inciso con Riccardo Chailly il cd “Viva Verdi” (Decca). Con Sony ha intrapreso il progetto “900 Italiano”, articolato in 3 DVD diretti da Georges Prêtre, Fabio Luisi e Gianandrea Noseda. Decca ha rilasciato il CD con la registrazione dal vivo della Sinfonia n.9 di Mahler diretta da Daniel Barenboim. Alcuni concerti sono trasmessi dalla Rai TV e da Radio3. Dal 2012 il progetto “MusicEmotion” porta una selezione di concerti in diretta in alta definizione nelle sale cinematografiche italiane e all’estero.

L’attività della Filarmonica della Scala non attinge a fondi pubblici: è sponsorizzata da Allianz e sostenuta da UniCredit, Main Partner istituzionale dell’Orchestra.

 

 

Per ulteriori informazioni:

 

Ufficio stampa Accademia Filarmonica di Verona

Anna Barina

annabarina@gmail.com

tel. +39 349.7549303

 

Biglietteria:

Via Roma, 3 – Verona

lunedì – sabato, ore 10-12 e 17-19

Biglietti (da 15 a 70 euro) dal 29 agosto

 

www.geticket.it

 

Informazioni:

Tel. 045 8009108 – Fax 045 8012603

biglietteria@accademiafilarmonica.191.it

www.accademiafilarmonica.org

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...