Teatro Filarmonico di Verona: La Forza del Destino

main.111215_FotoEnnevi_VAL_5633_20151211“La Forza del destino” è notoriamente opera che genera una certa apprensione per una certa fama di essere titolo che porta con sé sfortune e imprevisti. Così non è stato per l’edizione andata in scena in questi giorni al Teatro Filarmonico di Verona, nonostante la cancellazione di Carlo Ventre, a cui è subentrato Dario Di Vietri, il quale ha sua volta ha dovuto rinunciare alle prime recite a causa di un’indisposizione.

main.111215_FotoEnnevi_VAL_5573_20151211Innanzitutto dobbiamo lodare la bellissima regia di Pier Francesco Maestrini, che ha creato uno spettacolo degno di nota, che si avvaleva per le scene della collaborazione di Juan Guillermo Nova, e per i costumi (eleganti ed efficaci) di Luca Dall’Alpi.


L’ideazione scenica era costituita da pochi elementi scenici come una parete nera che delineava lo spazio grigio e austero del convento e due praticabili che venivano usati sia nelle scene dell’osteria, nel campo di Velletri e nella scena finale. Tutto il resto era affidato a proiezioni video sul fondo della scena e sui due velari al proscenio che creavano ombreggiature suggestive.
main.111215_FotoEnnevi_VAL_5663_20151211Particolarmente bella la scena finale del II atto,  giustamente mistica, misteriosa e profondamente toccante. Lo spostamento della celebre sinfonia tra il I e il II atto era efficace dal punto di vista scenico poiché sul proscenio veniva proiettato un filmato che chiarisce le sorti di Leonora e Alvaro tra i due atti.

main.131215_FotoEnnevi_VAL_5827_20151213Musicalmente le cose vanno al meglio grazie alla presenza di Omer Meir Wellber, la cui direzione d’orchestra è ricca di interessanti chiaroscuri, vivace ritmo teatrale e temperamentose impennate. Tutto scorre con concitazione quasi cinematografica, tra colpi di scena e brillanti scene d’insieme. L’orchestra lo segue benissimo, regalando una prova ottimale. 

main.111215_FotoEnnevi_VAL_5679_20151211Vivaci e giustamente brillanti le coreografie curate da Renato Zanella ed eseguite dai primi ballerini, Alessia Gelmetti, Teresa Strisciulli, Amaya Ugarteche, Evghenj Kurtsev e Antonio Russo, affiancati dal sempre eccellente corpo di ballo dell’Arena di Verona. Proprio per quest’ultimo è doveroso fare un appello alle istituzioni, perchè ne impediscano la chiusura e non lascino affondare questa ricchezza, sfruttandone la loro eccellenza. 

Nei ruoli di fianco troviamo Gianluca Lentini (Alcade\ Chirurgo), e gli ottimi Francesco Pittari (Mastro Trabuco) e Milena Josipovic (Curra). 

Carlo Cigni è un efficace Marchese di Calatrava. 

main.111215_FotoEnnevi_VAL_5577_20151211Gezim Myshketa è un Frate Melitone che non trascura la vena comica del personaggio, ma la dipinge con accenti per niente macchiettistici, anzi con una voce che è nel pieno della maturità per ricchezza di armonici e sapienza di fraseggio. Inoltre durante la serata abbiamo desiderato di vedere presto il baritono nel ben più ampio ruolo di Don Carlo dove potrebbe mettere in luce tutte le sue carte migliori. 

Simon Lim è un Padre Guardiano dal timbro di basso forse un po’ cavernoso. Il personaggio delineato è giustamente freddo ma non ha l’autorevolezza necessaria. Insomma non incute quel timore reverenziale che il frate verdiano richiederebbe, forse per un’ancora acerbità dal punto di vista scenico. 

12341443_10201060645673780_9038267564521921997_n

Foto di Sergio Alberto Gonzalez

Chiara Amarù è una Preziosilla ideale e scatenata sulla scena. Preziosilla è un personaggio anomalo nel catalogo dei ruoli mezzosopranili verdiani, poichè richiede un canto vicino allo stile rossiniano e una padronanza assoluta della coloratura. La cantante siciliana sgrana ogni passaggio con assoluta facilità e fa emergere tutta la brillantezza del ruolo. Quando appariva la Amarù\ Preziosilla era come un raggio di sole che attraversava le tenebre della tragica vicenda. 

12391914_10201057119425626_8701406833903758959_n

Foto di Sergio Alberto Gonzalez

Dalibor Jenis è un ottimo Carlo. Ha un timbro bello, un’ottima musicalità e la giusta spavalderia per affrontare sia la ballata “Son pereda” nel II atto, che l’infuocata cabaletta “Egli è salvo!… oh gioia immensa” del terzo. Sostiene benissimo anche  il cantabile dell’aria “Urna fatale”. Tuttavia è un vero peccato che ogni tanto sporchi la linea con effetti vocali esagerati che miniano la nobiltà del personaggio. 

main.111215_FotoEnnevi_VAL_5465_20151211Walter Fraccaro arriva a sostenere la parte ardua di Don Alvaro dopo le defezioni dei due colleghi previsti e affronta la parte con una relativa cautela soprattutto nel primo atto. Il personaggio non è sicuramente sfaccettatissimo e non si distanzia da un canto perlopiù muscolare. Il momento meglio riuscito è sicuramente il duetto della barella dove il tenore regge benissimo la tessitura estremamente acuta ed emerge bene il lato romantico del personaggio. 

12362690_10201058365376774_1294359391102022412_o

Foto di Sergio Alberto Gonzalez

Hui He era al debutto nel ruolo di Leonora. Un ruolo che le sta a pennello e in cui la cantante cinese potrebbe fare emergere le stesse carte che hanno fatto di lei una delle migliori Aida degli ultimi anni. La voce ha un timbro benedetto e questa volta abbiamo trovato il soprano molto coinvolto anche teatralmente. La cantante dà il meglio di sé stessa nei primi due atti con un canto drammatico che si fa angelico nella pagina miracolosa de “La vergine degli angeli”. Nel IV atto dona un finale struggente. “Pace mio dio” la trova profondamente commossa, ma la sua emozione si trasmette al pubblico, regalando un’esecuzione se non perfetta, vibrata di trepidazione e passione. Un’interpretazione di assoluto riferimento. 

Alla fine un caloroso successo per tutti da parte di un teatro gremito. 

Francesco Lodola

Foto Ennevi 

Verona, 13 dicembre 2015

Annunci

Un pensiero su “Teatro Filarmonico di Verona: La Forza del Destino

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...