Teatro Filarmonico di Verona : LA VEDOVA ALLEGRA

Sapete quelle serate in cui esci da teatro sorridendo,canticchiando e arrivi a casa e non riesci a dormire per l’euforia???? ebbene ieri sera per me è stata una di queste occasioni!
Il 4 Marzo 2014 al Teatro Filarmonico di Verona è andata in scena “La Vedova Allegra”,titolo che torna regolarmente sulle scene veronesi (ultima edizione nel Dicembre 2010 protagonista Silvia Dalla Benetta) e che il pubblico ama molto. Forse alcuni riterranno il soggetto facile e troppo semplice e lo snobba invece io credo che sia un’operetta di grandissima raffinatezza e di grande teatralità. La regia dello spettacolo è di Gino Landi e si tratta ormai di uno spettacolo storico di grandissima eleganza in cui i personaggi si muovono disinvoltamente tra divertenti gags e incontri romantici.

Gags comiche in cui regna Marisa Laurito,attrice e nota figura del teatro e della televisione. La signora Laurito ha regalato un femminile Njegus partenopeo e irresistibile, di grande disinvoltura che non scade mai nella volgarità ma si mantiene su un’ironia verace e assolutamente tutta italiana.

Francesco Verna è un eccellente Barone Zeta sia vocalmente che scenicamente che sta alla pari della sua consorte Valencienne interpretata dalla giovanissima e vivacissima Lavinia Bini.
Anicio Zorzi Giustiniani (Camille de Rosillon) è un giovanissimo tenore che sicuramente con l’esperienza e un maggiore affinamento tecnico farà una buona carriera.

Veniamo alla coppia protagonista. Markus Werba è un perfetto Conte Danilo,voce timbrata e morbida e soprattutto scenicamente molto disinvolto,eccellente attore ed elegante come seduttore. BRAVO!!

Natalia Roman è una buonissima Hanna Glawari con un discreto charme in scena e con una voce che si esalta nel registro acuto,sicurissimo e capace di notevoli filature. Sicuramente con una più assidua frequentazione del ruolo potrà conquistare quel lato glamour del personaggio che ancora le manca.

Accanto a questi si muovono Dario Giorgelè e Francesco Pittari (Cascada e St. Brioche),Andrea Vincenzo Bonsignore (Bogdanowitsch),Francesca Martini (Sylvaine),Roman Dal Zovo (Pritschitsch) e Alice Marini (Praskowia).
Particolarmente apprezzata dal pubblico la coppia Kromow formata da Nicolò Ceriani e Elena Serra,simpaticissimi nelle loro caratterizzazioni.
Roberto Gianola alla guida dell’Orchestra della Fondazione Arena di Verona ha offerto una lettura brillante al punto giusto senza eccessi sostenendo sempre i cantanti.
Ivan Stefanutti firmava delle bellissime scene mentre i ricchissimi e sfarzosi costumi erano firmati William Orlandi.

Una particolare menzione meritano i membri del corpo di ballo dell’Arena di Verona che offrono un Can Can sfrenato nell’ultimo quadro che ha scatenato l’entusiasmo del pubblico.

Teatro pieno e successo vivissimo da parte di un pubblico composto perlopiù da giovani e da famglie!!!

5/03/2014

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...