Concerto VeronaLirica (23 Febbraio 2014)

Il 23 Febbraio 2014 è andato in scena il consueto appuntamento mensile dell’associazione musicale VeronaLirica al Teatro Filarmonico di Verona. Ancora una volta un concerto ricco di preziosissime perle musicali. L’evento era presentato dal bravo Davide Da Como. Patrizia Quarta accompagnava al pianoforte e come sempre stupiva la sua capacità di saper accompagnare le voci e di creare con la tastiera delle sonorità teatrali suggestive. Dobbiamo per dovere di cronaca sottolineare una defezione da parte del mezzosoprano Ildiko Komlosi,cantante molto amata a Verona per le sue numerose apparizioni in Arena,che purtroppo non ha potuto prendere al concerto a causa di un’indisposizione.

Quindi passiamo alle voci della serata e incominciamo dalle signore. Ildiko Komlosi è stata sostituita da Elena Serra giovanissima artista che si trovava a Verona per le prove de “La Vedova Allegra” al Teatro Filarmonico. Il mezzosoprano che possiede uno strumento notevole che forse si dovrà affinare si è cimentata in un repertorio molto arduo (“Acerba Vollutà” , “O Don fatale” , “L’aborrita rivale…”), superato molto bene.

Anche Maria Billeri  ha affrontato un repertorio mostruoso con “Ben io t’invenni….salgo già..” da Nabucco , “Nel dì della vittoria” da Macbeth e poi il duetto con Amonasro dal III atto di Aida, “In mia man alfin tu sei..” da Norma e  il finale de Il Trovatore (questo eseguito come bis….non preparato!!). Il soprano ha evidenziato uno strumento dal volume imponente,dal timbro scuro. Tecnica ottima e grandissime capacità interpretative e attoriali.

Passiamo ai signori….
Renzo Zulian è un tenore dal timbro molto chiaro e da una tecnica eccellente che gli permette di affrontare tessiture come quella di Alvaro de “La Forza del destino”,di Pollione da “Norma”. Tutte queste venivano eseguite dal tenore con disinvoltura tuttavia l’ho preferito nel ruolo di Manrico da “Il Trovatore”, che mi è parso più congeniale alla sua preziosa vocalità.

Alberto Mastromarino è però sicuramente il grande protagonista di questa serata. Beniamino del pubblico veronese che ogni anno ha la fortuna di poter ospitare le sue performance in più titoli sia in Arena che al Teatro Filarmonico. Il baritono è ormai giunto ad una maturità artistica e vocale. Tecnica pressoché perfetta……capacità interpretativa istrionica,magnetica. Recita con la voce,una voce dal volume imponente d’altri tempi. Falstaff,Jago di Otello,Don Carlo (Forza del destino) e Conte di Luna. Tutti questi ruoli sono stati realizzati con un impagabile arte. GRANDISSIMO!

4/03/2014

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...