Arena di Verona 2014: TURANDOT

Quando si crea un rapporto magico con il pubblico si cerca sempre di dare il proprio meglio….Daniel Oren ne è la dimostrazione: da 30 anni al timone dell’orchestra dell’arena ogni anno e ogni sera crea un capolavoro. Il 5 Luglio con la sua bacchetta dava una lezione di cosa voglia dire dirigere in uno spazio così immenso e magico…il cui incantesimo talvolta può travolgere. Perfetta alchimia con le masse orchestrali e con i cantanti in palcoscenico. Orena tuttavia non si è limitato a una mera esecuzione musicale ma ha creato una creazione teatrale fatta di chiaroscuri, di lirismo ma anche di sonorità taglienti o maestose e morbide. Io credo francamente che in questo repertorio non si possa fare di meglio.

Il direttore poteva inoltre contare su una compagnia di cantanti equilibratissima partendo dagli ottimi Altoum e Un mandarino, rispettivamente Antonello Ceron e Gianfranco Montresor.
I tre ministri Ping Pong e Pang erano gli eccellenti Mattia Olivieri, Francesco Pittari e Saverio Fiore.
Marco Vinco è ormai in una fase della sua carriera di piena maturità vocale e scenica. Grandissimo Timur dalla voce di bellissimo timbro e dalla partecipata e commovente presenza scenica.
Carlo Ventre a causa di un’indisposizione è stato sostituito da Walter Fraccaro che generosamente è andato in scena in un ruolo temibile. Il tenore si è comportato direi più che bene vista la situazione d’emergenza. La sua è stata una prova in crescendo che ha trovato nelle due romanze (“Non piangere, Liu” e “Nessun dorma”) i punti più alti della sua interpretazione. Ho inoltre trovato il cantante molto più attento a seguire il fraseggio pucciniano che non in passato. I due duetti\scontri con la Turandot della Thèorin che vocalmente risultano particolarmente difficili sono stati superati con grande disinvoltura. Una prova più che buona!
Maria Agresta (Liù) tornava per la quarta volta in Arena e impressionava anche in questa occasione. Vocalmente freschissima con un timbro molto bello che ora più di prima è divenuto ambrato. Scenicamente è perfetta, si muove con viva emozione e con grandissima eleganza. Vocalmente ha intriso di lacrime il suo “Signore, ascolta!”, lacrime che ha fatto versare anche agli spettatori che davanti ai pianissima argentei e ad una linea di canto così pura non hanno potuto evitare di commuoversi. Magistrale anche la sezione “Tanto amore segreto….Tu, che di gel si cinta..” . Una prova maiuscola salutata da grandissimi applausi.
Turandot era Irène Theorin, anche lei chiamata una settimana prima della prima per sostituire la prevista Evelyn Herlitzius. Il soprano si è dimostrata una superba protagonista. Voce d’oro, massiccia, densa di armonici che le permettono di svettare sull’orchestra in ogni momento. Tuttavia non è una principessa virago ma è capace di slanci terribili ma anche di morbidi filati. Tutte queste caratteristiche ce la rendono una Turandot perfetta e che può scrivere una pagina nuova nell’interpretazione di questo personaggio. Presenza scenica regale ma anche fortemente combattiva. Il gesto che si scambiava con Liù credo non li dimenticherò mai.
La regia di Franco Zeffirelli tornava per la terza volta in Arena dopo la sua prima apparizione nel 2010. Lo spettacolo è assolutamente una delle migliori creazioni del regista fiorentino per questo spazio. Le scene erano funzionali e garantivano una spettacolarità d’altri tempi come nel II atto quando le mura delle città di Pechino si aprono e ci fanno entrare nella reggia. Reggia che è un luccichio di ori e di ricchezza.
Alla fine grandissimi applausi e ovazioni per i protagonisti e per il grande Maestro Oren! Serata assolutamente eccezionale!

Francesco Lodola (IeriOggiDomaniOpera)

07/07/2014
Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...