Arena di Verona 2013:Gala Domingo-Operalia

Il 20 Agosto 2013 è andato in scena all’Arena di Verona il Gala che vedeva la partecipazione di Placido Domingo insieme ai vincitori delle passate edizioni del concorso Operalia , da lui stesso indetto , che quest’anno compie vent’anni.  Una parata di stelle del belcanto accolte purtroppo da un pubblico molto numeroso forse anche il freddo sopraggiunto nella serata che di certo non ha giovato.
Dirigeva le compagini orchestrali areniane Daniel Oren,festeggiatissimo dal pubblico infreddolito dell’Arena di cui è un assoluto beniamino.
Placido Domingo si mostrava in buonissima forma sia fisica che vocale,affrontando quello che sta diventando ormai il suo repertorio fisso. Esordiva con uno scolpito “Nemico della patria” per poi scivolare nel repertorio francese con “Au fond du temple saint” da I pescatori di perle (con Stefan Pop come Nadir) e infine nel Puccini di Boheme “O Mimì tu più non torni” (Con Giuseppe Filianoti nelle vesti di Rodolfo) e nel Verdi di Traviata “Madamigella Valery…” (con Ana Maria Martinez) e Trovatore “Udiste come albeggi…” con Carmen Giannattasio. Ciò che stupisce di più nel Domingo di oggi non è tanto il timbro,sempre di bellezza sopraffina ma la ricerca dell’accento e la capacità di scolpire nelle menti e soprattutto nel cuore ogni parola. DOMINGO PER SEMPRE!!
Pretty Yende era al suo debutto sul palcoscenico areniano e ha incantato con la sua “O luce di quest’anima” da Linda di Chamounix. La coloratura cristallina e la voce fresca,piena e bellissima l’hanno resa una delle migliori voci della serata.
Giuseppe Filianoti è apparso al suo meglio,la voce ha un timbro di straordinaria bellezza e tutti i difetti si tramutano in espressività. Il tenore è stato giustamente drammatico e passionale nel Lamento di Federico dall’Arlesiana di Cilea e pressoché perfetto Rodolfo nel duetto sopraccitato con Domingo.
Irina Lungu brilla come Juliette nella difficile aria del veleno ma brilla ancora di più come Violetta in “Sempre libera” in cui si evidenzia una voce espressiva che però sa essere sicurissima nelle agilità della difficile cabaletta chiusa con il sicurissimo sovracuto di tradizione.

Orlin Anastassov era un discreto Banco in “Come dal ciel precipita”. La voce non è apparsa al suo meglio. forse un po’ di stanchezza dovuta anche alle ravvicinate recite di Aida.
Ana Maria Martinez ,debuttante pure lei in Arena, è stata un’ottima Violetta nel duetto con Germont\Domingo. La voce di questo soprano è bella ed espressiva! Brava!
Stefan Pop si è messo in evidenza come un tenore lirico dall’ottima preparazione e dalla buona espressività. Il tenore si è esibito nel suddetto duetto con Domingo e poi in “Che gelida manina” da Boheme.
Inva Mula è stata per lungo tempo una delle beniamine del pubblico areniano e dopo alcuni anni torna su questo palcoscenico donando una ottima resa dell’aria dei bijoux dal Faust di Gounod.
Carmen Giannattasio è forse con la Yende la cantante che ha avuto più risalto! è sta un’intensa Leonora de Il Trovatore in “Tacea la notte placida” e nel duetto con Domingo\Conte di Luna. La voce di questa ormai affermatissima interprete è bellissima,piena,voluminosa,potente ma si piega all’espressività del canto verdiano con un’intensità molto rara oggi.

Vitalij Kowaliow è stato ottimo “Qualunque sia l’evento” da Lucrezia Borgia confermandosi ancora una volta come una delle voci di basso più autorevoli dei nostri giorni.
La serata è stata coronata da ben due bis: un duetto da El Gato montes,protagonisti Ana Maria Martinez e Domingo e “Chi mi frena in tal momento”,il celebre sestetto da Lucia di Lammermoor che ha concluso degnamente l’evento.
Un consiglio: la prossima volta l’orchestra mettiamola a suonare sul palcoscenico,per un’evento di questo tipo è necessario per l’acustica soprattutto poichè il suono era piuttosto secco e anche per facilitare la coordinazione tra l’orchestra e i solisti.
Altra serata meravigliosa…GRAZIE ARENA!!

L’intervista realizzata per l’evento a CARMEN GIANNATTASIO
http://www.youtube.com/watch?v=H3LE7AflrkU

22/08/2013

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...