Arena di Verona 2013 : “Il Trovatore”

Il giorno 10 luglio è andata in scena la seconda recita de Il Trovatore. Le critiche allo spettacolo in particolare al cast vocale non erano buonissime per cui ero un po’ preoccupato invece è stata una serata meravigliosa soprattutto musicalmente. La regia e le scene dello spettacolo erano di Franco Zeffirelli. Avevo già visto questo spettacolo del regista toscano nel 2010 e ne ero rimasto profondamente affascinato e ammirato per la bellezza e il romanticismo con cui veniva trattata la vicenda. Oltre a ciò c’erano anche quelle caratteristiche essenziali per uno spettacolo areniano ossia le grandi scene di massa e spettacolari come quella dei balli gitani nella prima scena del II atto e quella del convento (sempre II) atto in cui si apre una chiesa di sublime magnificenza. Sul podio saliva Giuliano Carella esperto direttore verdiano che ha diretto più di 1000 recite de Il Trovatore. il maestro ha impresso dei tempi infuocati e sonorità avvolgenti e vellutate. Bravissimo! Dalibor Jenis era un buon Conte di Luna. Canta bene però dovrà approfondire meglio il ruolo e sicuramente migliorerà già nelle prossime recite. Anna Smirnova era Azucena. Il mezzosoprano russo dispiega una voce bellissima e potente,dal timbro scuro e molto teatrale. La Smirnova cantava un’ Azucena ottima soprattutto dal punto di vista interpretativo questo grazie a un carisma proprio dell’artista. I due trionfatori della serata erano però Carlo Ventre e Hui He. Carlo Ventre dimostrava di essere uno dei pochi tenori che oggi possono cantare Manrico come si deve. Era un Manrico non solo guerriero ma anche innamorato e dolce,impavido e intensamente lirico. Sotto l’armatura di questo Manrico luccicava il cuore di un poeta pronto ad immolare se stesso per la propria amata. BRAVISSIMO! Hui He è una delle più grandi interpreti verdiane di oggi. La cantante affrontava per la seconda volta nella sua carriera il ruolo di Leonora (affrontato per la prima volta in alcune recite all’opera di Oviedo). Sicuramente dovrà affinare le armi e diventare più sicura ma il ruolo calza perfettamente alla sua vocalità sontuosa e anche al suo temperamento.Oggi trovare una Leonora per Il Trovatore è praticamente impossibile e Hui He dimostrava di poter essere una protagonista eccellente. Il suo “Prima che d’altri vivere” e precedentemente “D’amor sull’ali rosee” erano di una poeticità sublime. Facevano da contorno l’ottimo Ferrando di Roberto Tagliavini e i buoni  Elena Borin (Ines),Paolo Antognetti (Ruiz) , Victor Garcia Sierra (un vecchio zingaro) e Cristiano Olivieri (un messo).

12/07/2013

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...